Manifestazioni • Valle d’Aosta
Fiera di Sant’Orso: l’artigianato della Valle d’Aosta in mostra

Fiera di Sant’Orso: l’artigianato della Valle d’Aosta in mostra

Ogni anno, dal 30 al 31 gennaio, si svolge uno dei più longevi eventi dedicati all’artigianato locale: la Fiera di Sant’Orso di Aosta. Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria provocata dall’epidemia da COVID, è stata rimandata al 2 e 3 aprile. In compenso, questa edizione si è potuta svolgere dal vivo, attuando comunque tutte le misure igienico-sanitarie necessarie e proponendo anche una live cam della fiera sul suo sito dedicato.

vino rosso

L’artigianato al centro della Fiera di Sant’Orso

La Fiera di Sant’Orso, detta anche “Foire de Saint Ours”, il cui simbolo è il Galletto, è un evento che mette in risalto e promuove in primo luogo il legno e le opere che da esso se ne possono trarre.

Infatti, durante le due giornate della Fiera, il centro cittadino di Aosta si riempie di artigiani che espongono al pubblico di visitatori tutti i loro lavori di artigianato, tra cui sculture, intrecci, opere di intaglio e oggetti torniti.

Tra tutti i meravigliosi oggetti elaborati dagli artigiani, vale sicuramente la pena di vedere le Sabot, le celebri calzature in legno presenti fin dagli albori della Fiera.

Se il legno la fa da padrone, non mancano tuttavia opere di pregio realizzate con altri materiali, come per esempio il ferro, il rame, la ceramica e il vetro, fino a lavorazioni più particolari come quelle che utilizzano la pietra ollare e i tessuti.

Ogni opera presente alla Fiera di Sant’Orso è il frutto del sapiente lavoro di persone che tramandano le loro conoscenze e la loro esperienza di generazione in generazione, così come di appassionati che si cimentano in queste arti per pura passione.

Musica e degustazioni alla Fiera di Sant’Orso

Camminando per le strade a festa per la Fiera di Sant’Orso, ci si imbatterà non solo negli stand degli artigiani, ma anche in altri eventi e prodotti tipici della zona.

Non mancano infatti la musica e il folklore, che attingono a una cultura più che millenaria, ad accompagnare la visita alla Fiera. Inoltre, tante sono le degustazioni delle prelibatezze locali, come per esempio il vino rosso Djablo, prodotto dalla rinomata azienda di Aosta Feudo di San Maurizio.

La Fiera di Sant’Orso: una festa dalle origini antiche

La Fiera di Sant’Orso è arrivata quest’anno alla 1022° edizione, un traguardo notevole che ben poche altre manifestazioni del genere possono vantare.

Si prende come origine della Fiera proprio l’anno 1000: stando alla leggenda, il Santo, a cui è dedicata la Fiera, elargiva ai poveri della zona di fronte alla Chiesa che porta il suo nome dei vestiti e le famose Sabot. A distanza di più di mille anni e tra le tante difficoltà degli ultimi tempi, la Fiera di Sant’Orso continua ancora oggi a vivere ad Aosta.

Grazie alla maestria e alla passione degli artigiani che mantengono viva una simile tradizione, la Fiera di Sant’Orso è un evento da vedere almeno una volta nella vita, in cui girare per le strade antiche del borgo e vivere un’esperienza unica nel suo genere.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.
Acconsento, al fine di ricevere la newsletter, al trattamento dei miei dati secondo le modalità previste dall'Informativa sulla Privacy*
Usiamo Sendinblue come piattaforma di marketing. Facendo clic di seguito per iscriverti, riconosci che le informazioni fornite verranno trasferite a Sendinblue per l'elaborazione in conformità con i loro termini di utilizzo