VinNatur 2014
Si conferma il successo di Villa Favorita

Si conferma il successo di Villa Favorita

Villa Favorita 2014, salone dei vini naturali di VinNatur, ha confermato anche nel 2014 il suo successo di pubblico, sia in termini di numeri, sia in termini di gradimento. Sono stati superati i tremila visitatori, in linea con gli scorsi anni, con un'affluenza particolare nelle giornate di sabato e domenica.

Un incremento continuo delle presenze di buyer e distributori, in particolare stranieri; il totale si attesta oltre i 320 accessi. I giornalisti e blogger presenti sono stati 220, di cui 35 esteri. In crescita anche l’afflusso di operatori del settore quali ristoratori ed enotecari che scelgono il salone vicentino per scovare vini interessanti da proporre ai loro clienti. In crescita anche gli operatori stranieri: "sempre di più sono i giapponesi, i canadesi e gli olandesi, ma anche quelli in arrivo dai paesi dell'Est Europa." - ha testimoniato Angiolino Maule, fondatore e presidente di VinNatur. Maule ha inoltre sottolineato che "la nostra decisione di puntare sulla tasting room, la sala degustazione riservata ai professionisti, è stata molto apprezzata perché ha permesso di concentrarsi sull'assaggio dei vini in un luogo adeguato, non affollato e con le bottiglie alla giusta temperatura".

 

In effetti, come blogger accreditato, e assaggiatore ONAV, posso confermare l'utilità di questa scelta per consentire di degustare correttamente i vini presenti alla rassegna, cosa non sempre facile, anche in ragione del numeroso pubblico presente, tra i tavoli presenti nelle sale.

Personalmente ho trovato una qualità media più convincente tra i vini rossi rispetto ai bianchi, cosa in parte prevedibile visto che si tratta di vini prodotti col minimo intervento possibile anche in cantina, e i bianchi possono risentire maggiormente nella limpidezza e negli aromi della minore tecnologia messa in campo rispetto ai vini "tradizionali". Tra i vini bianchi ho comunque apprezzato in particolare alcuni prodotti del Veneto, come il Turbiana 2012 e le Vigne della Bra' 2010 della cantina Filippi (una conferma per uno dei migliori prodotti della Doc Soave quanto ad approccio "naturale"), ma anche Vignale di Cecilia col suo Cocai 2012, e il Montemagro 2012 di Piccinin Daniele. Giudizio positivo anche per il Colli Tortonesi Timorasso de La Morella.

Tra i vini rossi belle espressioni di diversi territori, dai Colli Euganei (Ca' LustraMonteversa) al Barolo (Ferdinando Principiano), alla Toscana con la Valdichiana (La Pievuccia) e i Colli Fiorentini (Podere Gualandi). Una menzione mi sento di spenderla per il Podere della Bruciata, col suo Cesiro 2011 (Vino Nobile di Montepulciano), ma anche col Colli Senesi Chianti. Un pizzico di delusione rispetto ai diversi Pinot nero presentati da diversi territori.

Un'altra menzione particolarmente positiva, nell'ambito dei produttori italiani, mi sento di spenderla per un metodo classico dell'azienda Casa Caterina della Franciacorta, il cui brut vendemmia 2001 mi ha davvero conquistato.

 

Villa Favorita 2014 è stata anche l’occasione per il lancio della “rete del vino naturale”, una piattaforma creata sul sito vinnatur.org, dove chiunque condivida la filosofia dell’associazione può iscriversi quale socio sostenitore e comunicare, scambiare informazioni e notizie sui vini prodotti dai viticoltori soci, sui punti vendita dove poterli acquistare o dove scovare proprio quell’ annata che si sta inseguendo da tempo. 

Grande successo per il laboratorio di panificazione allestito da Esmach, partner dell’evento anche per questa edizione, che ha sfornato oltre 800 kg di pane da lievito madre nei tre giorni, per non parlare delle pizze. Intensa attività anche per gli artigiani della gastronomia e per il servizio ristorazione curato dallo chef Stefano De Lorenzi e dalla brigata del suo ristorante di Grumolo delle Abbadesse (VI).

 



La Grande Festa del Vino
Harvest Experience a Castiglion del Bosco
Aperitivi in battello a Genova
Beer Festival 2020 - Marina di Cerveteri
Dinner in the sky a Carpi
Calici di Stelle 2020 in Sicilia
Un ferragosto a Genova
vedi tutti segnala un evento