Turismo • Marche
Mare + Gusto + Arte = Marche

Mare + Gusto + Arte = Marche

Dopo avere esplorato il nord est tra Veneto e Trentino, in questo inizio di estate 2021, cominciamo a rivolgerci ad altre zone del Bel Paese, scendendo verso il centro Italia, in una regione ricca come poche per la sua varietà di proposta turistica, dalle località balneari, alle città d’arte, ai piccoli borghi storici immersi tra boschi e valli. Parliamo delle Marche!
Ci sono buoni motivi per esplorare questa regione in ogni momento dell’anno, ma per il secondo weekend di luglio la prima tappa è d’obbligo nella città di Senigallia, nel litorale adriatico della provincia di Ancona.

Rotonda a Mare - Senigallia Lungomare di Senigallia con la Rotonda a Mare - foto credits: Tipicità - Grand Tour delle Marche

Senigallia, località nota anche per la sua “spiaggia di velluto” e per la Rotonda a Mare, può vantare ben 5 stelle Michelin, grazie agli chef Mauro Uliassi e Moreno Cedroni, ma la sua offerta gastronomica non si limita all’alta ristorazione a portata di pochi. Domenica 10 luglio in particolare entra nel vivo la manifestazione Senigallia Città Gourmet (scheda evento), una delle tappe del Grand Tour delle Marche che attende i turisti proprio presso la Rotonda, alle 18.30, con una degustazione-spettacolo alla scoperta di preziose “gemme” gastronomiche di mare e di terra. Il conduttore Tinto, da Rai Decanter, guiderà il viaggio in compagnia degli chef dell’Accademia di Tipicità e dei produttori-autori. Finale alle 21.00 con una innovativa performance dello stesso Tinto.

Se preferite un'esperienza in un'ambientazione più tranquilla o per completare il vostro weekend il venerdì o il sabato, nel territorio di Senigallia vi viene in aiuto una cantina, l'Azienda Agricola Mazzola, che vi può ospitare per un aperitivo o per un'esperienza di street food in vigna, a completare la degustazione dei suoi vini biologici (scopri di più).

Non solo mare si diceva, ma anche borghi storici arroccati in splendide colline. E' il caso di Offagna, borgo delle Marche di origini medievali situato sulle colline del Conero. Appena a sud di Ancona, è raggiungubile da Senigallia in una quarantina di minuti di auto. Se la vostra permanenza in questa zona si estende ad una settimana di vacanza, la Rocca di Offagna vi attende tutti i martedì e mercoledì per una visita guidata della Rocca seguita da aperitivo di specialità marchigiane (prenotazione obbligatoria).

Per maggiori informazioni sulle proposte di Offagna e della cantina Mazzola, ecco la scheda con tutti i riferimenti.

Rocca di Offagna Rocca di Offagna: foto di Alessandro Vecchi - Opera propria, CC BY-SA 3.0

Per chi volesse continuare l'esplorazione dell'entroterra delle Marche, alla scoperta della sua storia e dei suoi prodotti tipici, ci spostiamo decisamente all'interno, ma a meno di un'ora d'auto da Senigallia, e precisamente a Pergola, in provincia di Pesaro e Urbino. Pergola si trova nell'alta Valle del Cesano, a un'altitudine di 265 m s.l.m., ed è noto tra l'altro per la sua Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato. La manifestazione si tiene tradizionalmente nel periodo autunnale, ma potrete gustare una delle specialità culinarie impreziosite dal pregiato fungo ipogeo anche in questo periodo. L'elemento su cui vogliamo portare l'attenzione, oltre allo splendido centro storico del borgo, riguarda però la storia e l'arte. Qui infatti sono custoditi i Bronzi dorati da Cartoceto di Pergola, una delle più importanti scoperte archeologiche del Novecento, essendo l’unico gruppo di bronzo dorato esistente al mondo giunto dall'età romana ai nostri giorni.

I Bronzi dorati di PergolaI Bronzi dorati da Cartoceto di Pergola

Potete trovare tutte le informazioni sulle modalità di visita dei Bronzi dorati sul sito del museo di Pergola.

Da Pergola con un viaggio di una cinquantina di chilometri e meno di un'ora d'auto è anche possibile raggiungere Urbino con lo splendido Palazzo Ducale e il suo Museo, tra i più i belli e interessanti del centro Italia. La collezione permanente da sola merita più di una visita (ricordiamo che qui sono in mostra il celebre dipinto rinascimentale "La città ideale" e alcuni capolavori di Piero della Francesca), ma in questo periodo è possibile visitare anche una mostra temporanea dedicata a Raffaello, che qui nacque nel 1483, e precisamente agli arazzi realizzati a riproduzione dei suoi affreschi, a partire da quelli romani che lo hanno reso artista immortale. Il titolo della mostra è "Sul Filo di Raffaello. Impresa e fortuna nell’arte dell’arazzo".

Non c'è che l'imbarazzo della scelta dunque, per passare un weekend tra gusto e bellezza, o impreziosire la vostra settimana di vacanza se avete già scelto le Marche come destinazione!

Della redazione - 6 luglio 2021