Casola Valsenio (RA)

Casola Valsenio (RA)

Casola Valsenio, in provincia di Ravenna, sulle colline delle “Terre di Faenza” è un suggestivo borgo dell’alta Valle del Senio, prossimo a quella parte della provincia di Firenze che sconfina sul versante Adriatico dell’Appennino. La vocazione di Casola Valsenio è in quelle erbe officinali che già agli inizi del 1900 erano raccolte negli incolti, essiccate e vendute e delle quali nel 1938 il giovane Augusto Rinaldi Ceroni iniziò a sperimentarne la coltivazione. Un esperimento cresciuto fino a trasformarsi, nel 1974, in un vero orto botanico specializzato in piante officinali, dove su oltre 4 ettari vengono coltivate più di 400 varietà di erbe. Oggi il Giardino delle Erbe “Augusto Rinaldi Ceroni” rappresenta un importante punto di riferimento per tutto il mondo scientifico e per chi si occupa, per lavoro o diletto, di queste piante. E’ dotato di un centro di documentazione, laboratori e olfattoteca; offre itinerari didattici, visite guidate, consulenze qualificate. Si possono acquistare piante, semi e prodotti derivati o passeggiare per i bei gradoni coltivati respirando un’atmosfera magica e profumata.

Grazie alla presenza del Giardino delle Erbe e alle numerose iniziative che sono nate negli anni attorno alla coltivazione delle erbe aromatiche, si è consolidata a Casola Valsenio una cultura di queste piante che ha portato alla definizione di Casola come “Paese delle Erbe e dei Frutti Dimenticati”.

Una visita al Giardino delle Erbe è d’obbligo, magari in occasione della “Giornata della Lavanda” o di “Erbe in Fiore”.

Tra gli eventi tradizionalai a Casola Valsenio, il 25 aprile di ogni anno, si svolge la Festa di Primavera e dei Carri di Pensiero e Rogo della Segavecchia, mentre il sabato successivo si svolge la suggestiva sfilata in notturna dei carri.

La sagra dedicata ai Frutti Dimenticati si volge invece ogni secondo e terzo week end di ottobre.

Per ulteriori info sul turismo a Casola Valsenio:

Ufficio Turistico Casola Valsenio
Via Roma 50 - Casola Valsenio (RA)
telefono: + 39 0546 73033
[email protected]

Foto di Giorgio Sagrini (credits)