ATTENZIONE - Nonostante la progressiva normalizzazione a livello nazionale, vi ricordiamo che molte Sagre, Eventi e Fiere nel 2021 non si svolgeranno, o sono soggette a restrizioni nelle condizioni di accesso. Si raccomanda di contattare sempre direttamente gli enti organizzatori in caso di dubbio sullo svolgimento di un evento, in particolare quando non sono specificate le date del 2021, ma è indicato solo il mese di usuale svolgimento.
print

Carnevale Castelveterese

Dove: Campania / Avellino

E’ già tempo di Carnevale a Castelvetere sul Calore (Avellino), uno degli eventi più suggestivi e colorati d’Irpinia. Il programma del Carnevale Castelveterese, che quest'anno giunge alla sua 50esima edizione, entra nel vivo con i primi appuntamenti dedicati a Sant’Antonio, che tradizionalmente segna l’inizio del Carnevale.

A cura del Comune di Castelvetere sul Calore in collaborazione con Pro loco Castelveterese e le altre istituzioni e associazioni del territorio, co-finanziato dalla Regione Campania nell'ambito del POC Campania 2014-2020, venerdì i falò illumineranno il centro storico di Castelvetere sul Calore a partire dalle ore 20 e si comincerà a respirare l'atmosfera del Carnevale grazie alla tarantella itinerante che raggiungerà tutti i falò accesi per il paese. Sabato dalle ore 19 falò in piazza Monumento con la Tarantella di Castelvetere, I Picarielli, piccola compagnia di canto popolare, Irpinia Art & Nature Symposium – Maschere e Fuoco, degustazione gratuita di “menesta e pizza” e stand enogastronomici.

La tradizione nel Carnevale Castelveterese

Sin dall’inizio della storia del Carnevale, i gruppi mascherati (mascarate) davano il via alle feste carnevalesche, allegre comitive in genere composte da un pulcinella che faceva da capo (Capodaballo), addetto alla guida del gruppo, mentre i restanti componenti della compagnia chiamati pulicinielli o canevaletti erano vestiti come meglio potevano, indossando indumenti di ogni sorta, che accoppiavano nel modo più strambo che potevano, anche con camice da notte con cappelli di paglia e mantelli. L’intero gruppo, accompagnato da suonatori chiamati “suoni”, per lo più erano composti da un suonatore di organetto, uno di ciaramella e uno di tamburo, ma potevano essere anche di più. Il gruppo, a ritmo di tarantella, cominciava a ballare vicino al falò nel proprio rione. Il gruppo mascherato del rione Piazza cominciava a ballare vicino al falò nei pressi del municipio, andando ad aggiungersi altri gruppi provenienti dai vari quartieri della fazione: San Giacomo, Cortina, Ripa e Portiello, per dare vita ad una grande tarantella che faceva tappa in tutti i quartieri vicino ai falò. Si dava così inizio alle “ostilità”, lanciando la sfida alla fazione antagonista, “Il Ponte” poi via Roma, che faceva la stessa cosa insieme ai quartieri interessati: Torre – Orticella – Prato – Streppara ecc.

La serata finiva quasi sempre in qualche casa del proprio rione, dove veniva preparata una pizza di granturco (ratinio). Finita la serata il gruppo si scioglieva con la promessa di ritrovarsi nelle domeniche che precedevano il Carnevale, in particolar modo il martedì di Carnevale, per la sfilata finale del gruppo del rione.

 


Titolo dell'evento: Carnevale Castelveterese

Da fine gennaio a inizio marzo la città di Castelvetere sul Calore (Avellino) si anima in occasione del Carnevale Castelveterese, tradizionale evento che si svolge da cinquant'anni. Si comincia con i falò che illumineranno il centro storico. Non mancheranno le degustazioni negli stand gastronomici allestiti per l'occasione

Luogo: Castelvetere sul Calore (AV)

Indirizzo: Castelvetere sul Calore (AV)

Sito web per approfondire: https://www.carnevalecastelveterese...

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato su eventi e novità!