Liquirizia di Calabria DOP: Produttori, Cantine Aperte, Degustazioni

Liquirizia di Calabria DOP


La Liquirizia di Calabria DOP è un prodotto tipico della Calabria dalle origini antiche, ottenuto dalla pianta spontanea Glychirrhiza Glabra. La pianta era già conosciuta nel XVII secolo e dal 1700 veniva coltivata sul litorale ionico della Calabria. Il succo che si estrae dalle radici era noto per il sapore gradevole e per le proprietà terapeutiche.

I primi cenni scritti si trovano nel diario di viaggio del barone Johann Hermann von Riedesel, in cui si parla del "sugo di regolizia" e dei profitti tratti dal suo commercio. Nel 1903 compare la denominazione "Liquirizia di Calabria" che la distingueva dalla "liquirizia di Russia".

Nel periodo migliore, la produzione di liquirizia in Calabria si aggirava tra le 10.000 e le 20.000 tonnellate all'anno. Dopo la seconda guerra mondiale però i produttori si trovarono ad affrontare un periodo di crisi che raggiunse l'apice nel 1990 a causa della concorrenza. Nel 2000 la produzione di liquirizia di Calabria viene rilanciata grazie ai contributi del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale dell'Unione europea. Nel 2011 ottiene il riconoscimento DOP.

La liquirizia è una pianta azotofissatrice e contribuisce a migliorare la fertilità del terreno. Prima di impiantare i nuovi liquirizieti il terreno necessita di una lavorazione profonda. Il liquirizieto produce radice ogni 3 o 4 anni e la raccolta avviene in genere dopo l'estate, fino a novembre. Possono essere raccolte anche le radici della liquirizia spontanea ma solo dei liquirizieti naturali registrati. Le radici destinate al commercio vengono lavate ed essiccate in luoghi aperti o chiusi, prestando attenzione a garantire una buona aerazione; per l'essiccazione possono essere utilizzati anche forni ventilati, ma non si deve mai superare la temperatura di 50° che altrimenti andrebbe ad alterare le caratteristiche. Dalle radici si può estrarre il succo, in questo caso la tecnica consiste nel rimuovere le fibre, macinare e pressare le radici prima di metterle a contatto con acqua bollente.

La liquirizia si può trovare in commercio come radice fresca, radice essiccata oppure estratto di radice.

Al succo di liquirizia vengono associate diverse proprietà come quella digestiva, disintossicante e antisettica. In particolare la liquirizia di Calabria si distingue per il basso contenuto di glicirrizina e di zuccheri, oltre che per la presenza di liquiritigenina, la iso-liquiritigenina e il licochalcone, composti che contribuiscono al benessere psico-fisico.

Il Museo della Liquirizia

Nel Museo della Liquirizia "Giorgio Amarelli" ci si può immergere nella storia di questo prodotto davvero unico. E' possibile prenotare una visita guidata gratuita che conduce i visitatori lungo un viaggio sorprendente tra fabbrica e museo. Amarelli è una storica azienda che ha fatto della produzione di liquirizia il suo principale business.

Ricette

Nel sito di Amarelli Fabbrica di Liquirizia, sono presenti numerose ricette a base di liquirizia. Per chi cerca ispirazioni o vuole stupire amici e parenti, consigliamo di dare un'occhiata alla pagina del sito amarelli.it/category/ricette in cui troverete i consigli per preparare ad esempio le Tagliatelle alla liquirizia e ai funghi porcini, il Risotto cremoso zucca e liquirizia, il Girello di sogliola con liquirizia e asparagi, il Tiramisù alla liquirizia o il Gelato alla liquirizia.

Foto credits: Wikipedia - Di KoS - Opera propria, Pubblico dominio

Produttori di Liquirizia di Calabria DOP





Siamo spiacenti, non ci sono produttori censiti al momento.

« torna indietro

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato su eventi e novità!