Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO

Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO

L'Italia è il Paese, insieme alla Cina, con il maggior numero di siti dichiarati Patrimonio dell'umanità Unesco. Sono ben 55, di cui 5 sono siti naturali, tra cui le Dolomiti, e 8 sono paesaggi culturali, e i paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, in Piemonte, e le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene in Veneto.


Campello sul Clitunno (PG)

Campello sul Clitunno è un comune della provincia di Perugia, in Umbria, composto da 13 frazioni sparse sul territorio, dove spiccano i due castelli di Campello Alto e Pissignano Alto. Campello sul Clitunno fa parte dell'Associazione nazionale città dell'olio.

Leggi

Casale Monferrato

Casale Monferrato, provincia di Alessandria, si trova a un’ora d’auto da Torino, Milano e Genova, in una terra straordinaria con ben due Patrimoni Unesco (i paesaggi vitivinicoli coi loro infernot e il Sacro Monte di Crea).

Leggi

Cella Monte (AL)

Cella Monte è un comune della provincia di Alessandria, nel Monferrato, in Piemonte. Il paese si trova tra Casale Monferrato e Alessandria, ed è stato inserito nel circuito de "I Borghi più belli d’Italia".

Leggi

Giovo (TN)

Giovo è un comune diffuso della provincia di Trento con sede municipale nella frazione di Verla. Si trova nella bassa Val di Cembra, la cui vocazione alla coltivazione della vite si ritrova nella tradizioni locali.

Leggi

Grado - Friuli Venezia Giulia

L’isola di Grado è immersa nell’azzurro dell’Alto Adriatico in Friuli Venezia Giulia dalla storia millenaria, la cui gente ha gelosamente preservato tradizioni, lingua, gastronomia tipica.

Leggi

La Fescina - Quarto (NA)

Monumento funebre di età romana, la "Fescina" si trova a Quarto (Na). all'interno dell’area dei Campi Flegrei nella Necropoli di Via Brindisi. Fa parte degli itinerari UNESCO, segnalati dalla Città Metropolitana di Napoli.

Leggi

La Morra (CN)

La Morra, si trova in provincia di Cuneo, in Piemonte, tra i vigneti divenunti patrimonio dell'Unesco, dove nasce sua maestà il Barolo, dal Nebbiolo, ma anche Barbera, Dolcetto e Freisa.

Leggi

Nola (NA)

Nola è un comune della città metropolitana di Napoli, in Campania. È conosciuta anche per aver dato i natali al filosofo Giordano Bruno, e come "città dei gigli" per la secolare Festa dei Gigli che si tiene annualmente nel mese di giugno.

Leggi

Oriolo Romano (VT)

Oriolo Romano è un comune della provincia di Viterbo, della Tuscia, nell'Alto Lazio. Il suo territorio comunale si estende sui Monti Sabatini, una zona collinare ricca di boschi, ad appena 22km dal mare. Siamo nel Parco Naturale Regionale di Bracciano-Martignano.

Leggi

Reggia di Portici

Voluta da Carlo di Borbone che, colpito dalla bellezza dei luoghi, la fece costruire tra 1737 e 1742. Molte famiglie aristocratiche, incoraggiate del re, acquistarono terreni o fecero costruire ville nei dintorni della Reggia, creando quel caratteristico fenomeno architettonico oggi noto come Ville Vesuviane, divenuto Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Leggi

Rodello (CN)

Rodello è un piccolo comune idella provincia di Cuneo, in Piemonte, entrato a far parte del sito Unesco Langhe-Roero Monferrato.

Leggi

Rosignano Monferrato

Rosignano Monferrato è un comune della provincia di Alessandria, in Piemonte. La località è nota anche per avere ispirato molti dipindi del grande pittore divisionista Angelo Morbelli che qui aveva la dimora estiva.

Leggi

Tarquinia (VT)

Tarquinia, città della provincia di Viterbo nell'Alto Lazio, ha antichissime origini etrusche. Si trova a 133 m d'altitudine, presso la Via Aurelia, nella Maremma laziale non distante dalla Toscana.

Leggi

Valle dei Templi

Il parco archeologico della Valle dei Templi è tra le mete turistiche più apprezzate in Sicilia, oltre ad essere il simbolo della città di Agrigento e uno dei siti archeologici più grandi del Mediterraneo.

Leggi

Stenico (TN)

Stenico è un comune italiano della provincia autonoma di Trento, noto in particolare per il suo maestoso Castello, anche sede museale distaccata del Castello del Buonconsiglio di Trento.

Leggi