Vino • vini bianchi
Vini in anfora, 10 proposte “in bianco”

Vini in anfora, 10 proposte “in bianco”

vini in anfora

Foto credits: Valeria Boltneva da Pexels

Come si può dedurre anche dalle pagine del nostro sito, l’Italia ha una ricchezza unica in termini di qualità e varietà di vini prodotti, e per questo sono tante le “frontiere” da esplorare. In questo post vogliamo richiamare l’attenzione, di chi non lo conoscesse, sul mondo dei “vini in anfora”, che utilizzano cioè le anfore in terracotta come contenitori per l’affinamento.
Sono sempre di più le cantine e gli enologi che sperimentano questo “recipiente” e materiale (la terracotta). Come accade per gli altri materiali, in anfora si affinano sia vini rossi che vini bianchi, ma qui ci concentreremo solo sui bianchi. La scelta di concentrarsi sui vini bianchi è di natura pratica, per restringere un campo già così parecchio vasto, e per richiamare l’attenzione su una caratteristica specifica che spesso i vini affinati in anfora denotano, ovvero il colore, con riflessi dorati davvero unici, su un giallo più o meno intenso. A volte si associa l’anfora a lunghe macerazioni sulle bucce di mosti d’uva a bacca bianca, entrando così nel mondo degli “orange wine”, a volte la si sceglie semplicemente come alternativa al legno, all’acciaio o al cemento per l’affinamento, senza macerazioni estreme.

La scelta dei 10 vini e/o cantine elencati nel seguito non discende da una valutazione di qualità, ma dalla volontà di rappresentare una certa varietà di territorio e di uve impiegate, e anche di prezzo. Il numero di 10 non consente certo di esaurire un campione significativo di tutte le produzioni italiane, vuole rappresentare una prima traccia, uno stimolo per cominciare a esplorare questo mondo affascinante.

Solo alcune note introduttive di carattere generale. L'utilizzo dell'anfora evidentemente nasce da una volontà di riscoperta di un contenitore “storico”, al quale sono riconducibili le più antiche tracce e testimonianze di produzione del vino, ma non bisogna pensare che sia questo il motivo principale alla base della sua scelta. Molti di quelli che sperimentano o si convertono completamente all’anfora lo fanno per i risultati peculiari e unici che questo materiale, molto più inerte del legno, ma capace di consentire una buona micro-ossigenazione, consente di ottenere.

Vale la pena di precisare che non è possibile trovare vini affinati in anfora nella fascia di prezzo più economica. Per quelli più abbordabili una forchetta di prezzo media per questa tipologia di vini bianchi può aggirarsi tra i 15 e i 25 euro a bottiglia. A volte è necessario avvicinarsi o superare la soglia dei 50 euro. Va considerato che per la produzione di questi vini viene impiegata una materia prima della migliore qualità in termini di selezione dell’uva, che spesso chi sceglie le anfore pratica coltivazione biologica, con una grande attenzione alla naturalità in tutti i processi di vinificazione, ed infine che i tempi di affinamento spesso sono lunghi e le quantità sono ridotte. Tutto ciò per dire che prezzi superiori alla media sono del tutto giustificati, a fronte di un’esperienza di degustazione che dovrebbe saperci ripagare abbondantemente.

Partiamo quindi col nostro elenco.

1. Gravner - www.gravner.it
Non si può parlare di vini in anfora senza partire da questo nome. Pioniere dei vini biologici e biodinamici e quindi dell’affinamento in anfora in Italia, acquisendo la tradizione caucasica dei vignaioli della Georgia. I suoi vini nascono nelle colline del Collio e in questo caso il prezzo è abbastanza impegnativo, non si tratta di vini per tutte le occasioni quindi, ma per gli amanti dell’enologia di “ricerca” si tratta di un punto di riferimento assoluto.

2. Cantina Sociale Mori Colli Zugna - www.cantinamoricollizugna.it
Restiamo nel nord-italia con un vino delle Dolomiti, in provincia di Trento. La cantina produce “Victoriae - Bianco Vigneti delle Dolomiti IGT”, un vino ottenuto con un lunghissimo periodo di macerazione sulle bucce in anfora (possiamo quindi parlare di orange wine)
Qui la scheda del vino

3. Mongioiawww.mongioia.com
Sempre a nord, ci spostiamo però ad ovest, in Piemonte, col Moscato d’Asti la Moscata di Mongioia. Vino che ha ottenuto grandi riconoscimenti (leggi l'articolo), il suo metodo di produzione in anfora è stato brevettato dal produttore Riccardo Bianco. La durata dell'affinamento in anfora è nell'ordine dei 12 mesi ed è molto versatile negli abbinamenti con la sua bollicina estremamente fine. Il prezzo al pubblico è inferiore ai 25 euro a bottiglia.

Moscata Mongioia

Foto credits: sito mongioia.com

4. Forti del Ventowww.fortidelvento.com/it/biodinamica-0
Ancora Piemonte, ma con un vitigno internazionale, lo Chardonnay, e una scelta di produzione biodinamica. “An Piota” è uno Chardonnay prodotto con uve da vigne vecchie e vinificato in anfora, con lunga macerazione sulle bucce. Prezzo al pubblico intorno ai 15 euro.

5. Tenuta Borgo la Caccia (Cooperativa Sociale Agricola ONLUS)
www.borgolacaccia.it/lugana-inanfora
Ancora nel nord-Italia, in Lombardia e più precisamente nella zona di produzione del Lugana, a sud del Lago di Garda. Il vino è “Inanfora”, un Lugana Doc ottenuto con fermentazione alcolica in anfora, affinamento di 4-5 mesi tra anfora e acciaio, per un prezzo del tutto abbordabile intorno ai 15 euro a bottiglia

6. Castello di Lispidawww.lispida.com/it/vini-naturali/
Ci spostiamo in Veneto, in provincia di Padova, nei Colli Euganei. Castello di Lispida produce vini naturali tra cui Amphora bianco, tra i primi, nel 2003, ad essere prodotto, in Italia, completamente in anfore di terracotta.

7. Francesco Cirelli agricolacirelli.com/
Lasciamo il nord-Italia per segnalare il Trebbiano d’Abruzzo Doc “Anfora” dell’Azienda Agricola Cirelli. In questo caso la macerazione sulle bucce è breve, appena un giorno, mentre l’affinamento in anfora è di un anno circa. Prezzo al pubblico intorno ai 25 euro a bottiglia.
Qui la scheda del vino.

8. LunarossaViniwww.facebook.com/Lunarossavini
Siamo nei Monti Picentini per segnalare “Quartara”, un Fiano 100% affinato per 6 mesi in anfora, seguiti da 12 mesi in botti di rovere, e da altri 12 mesi in bottiglia. Prezzo più che abbordabile, intorno ai 25 euro, per un percorso di affinamento così lungo. Tra i giudizi lusinghieri spicca un 90/100 di Robert Parker per l’annata 2016

9. Le Anfore di Elena Casadei www.selezioneleanfore.com/it/3/i-vini.html
Un progetto articolato, non un solo vino, ma diverse produzioni selezionate per qualità tra i migliori risultati in anfora, tra i vini prodotti nelle diverse Tenute dell’azienda, in Toscana, in Sardegna e all'Isola del Giglio.

10. Antonella Cordawww.antonellacorda.it/
Non poteva mancare uno dei più classici vini “del mare”, il Vermentino, e lo richiamiamo con un altro nome femminile, e una terra, la Sardegna, dove nascono alcune delle espressioni di maggior carattere di questo vino. Si chiama “Ziru” il Vermentino presentato per la prima volta dalla vendemmia 2017 (leggi l'articolo), affinato in anfore per 24 mesi dopo una macerazione sulle bucce di una ventina di giorni, quindi una macerazione lunga, ma non estrema. Il prezzo al pubblico è inferiore ai 30 euro.
Qui la scheda del vino.

ziru vino in anfora

Foto credits: sito antonellacorda.it