Turismo Enogastronomico
I Sapori dell'Oltrepò Pavese

I Sapori dell'Oltrepò Pavese

Borghi antichi, vigneti e colline racchiudono un territorio unico ricco di storia, cultura e arte. Conosciuto anche come “Vecchio Piemonte”, l’Oltrepò Pavese è una zona piena di fascino che conquista i turisti grazie alla natura, ai suoi Borghi e ai numerosi prodotti tipici locali. Una meta ideale quindi per una gita fuori porta o un week-end che vi farà scoprire tradizioni e paesaggi straordinari.

Oltrepo Pavese

L‘approssimarsi di un interessante evento sui vini naturali prodotti in questo territorio (Natural Wines Oltrepo & Friends) ci ha spinto a portare all’attenzione degli eno-turisti quest’area lombarda che si estende a sud del fiume Po con una forma di triangolo tra l'Emilia Romagna e il Piemonte, arrivando a sfiorare il territorio ligure nell’estremità meridionale.

La ricchezza di cultura e tradizioni gastronomiche di quest’area è dovuta all’influenza delle regioni che la circondano. Un vero e proprio viaggio alla scoperta di un mix di sapori, consigliato ai food lovers che ancora non hanno esplorato questa zona, ma anche a coloro che già ci sono stati e che ne sono rimasti colpiti.

E’ d’obbligo una sosta in uno dei numerosi ristoranti e agriturismi per poter assaggiare gustosi piatti locali come il risotto con i peperoni di Voghera o gli Agnolotti d’Oltrepò.
I prodotti tipici dell’Oltrepò comprendono formaggi, miele, salumi, funghi, tartufi e frutta. Spiccano in particolare il Salame di Varzi DOP, la Pancetta Pavese, il Cotechino Pavese, il Nisso dell’Oltrepò, il Pane miccone dell’Oltrepò Pavese.

Il Vino dell'Oltrepò Pavese

E' però il vino il prodotto tipico principe dell’Oltrepò Pavese. In quest’area viene infatti prodotto il 62% del vino della Lombardia. Oltrepò pavese DOC è Vino a Denominazione di Origine Controllata fin dal 1970.
Il vitigno probabilmente più conosciuto di questa DOC è il Pinot nero, ed in particolare il suo utilizzo per la produzione di spumanti con metodo classico, in cui il celebre vitigno internazionale viene vinificato in bianco per rifermentare in bottiglia secondo il metodo conosciuto anche come champenoise.
Sono però diversi i vitigni riconosciuti e ben valorizzati in questa zona di produzione, sia a bacca bianca che rossa, tra i quali non si possono trascurare il Riesling, il Cortese, il Barbera e la Croatina.

Durante l’edizione 2019 del VinNatur Tasting a Gambellara (VI), evento che riunisce produttori di vino secondo metodi naturali, abbiamo avuto il piacere di conoscere alcune aziende agricole dell’Oltrepò Pavese che aderiscono a questa filosofia.

Cantine da visitare: vino naturale

La Fattoria Mondo Antico è situata in zona collinare nel Comune di Rocca Susella (PV) tra le campagne dell’Oltrepò Pavese. L’area in cui si trova è circondata da boschi e fasce alberate che ne fanno una sorta di oasi biologica. I vini che l’azienda produce sono certificati DE.CO. dal comune di Rocca Susella. L’azienda propone vini biologici la cui produzione si basa sui principi di viticoltura biodinamica che è possibile degustare, in abbinamento anche a prodotti gastronomici di loro produzione, all’interno del loro agriturismo.

L’Azienda agricola Pietro Torti coltiva i suoi vigneti sulle colline di Montecalvo Versiggia (PV). L’azienda che dal 2015 è certificata per la produzione di vino biologico, segue da cinque generazioni i principi del rispetto della natura e da 8 anni è socia di VinNatur. La loro produzione comprende le Bollicine, le Riserve, i Vini Rossi, i Vini Bianchi, e i Vini Dolci.

Entrambi i produttori ci hanno conquistato con la personalità dei loro vini, tutti capaci di esaltare la ricchezza aromatica del frutto e rispettosi delle caratteristiche che l'evoluzione climatica di ciascuna annata trasferisce nel vino.

Dell’azienda Castello di Stefanago abbiamo invece avuto il piacere di degustare e sentire raccontata l’annata 2017 di Cortese, ottima espressione di quello che viene oggi comunemente definito Orange Wine, frutto di 62 giorni di macerazione sulle bucce. Un vino tutt'altro che facile da realizzare, secondo le parole dello stesso produttore, per la difficoltà di raggiungere il punto ideale di trasferimento di sostanze aromatiche e tanniche, che conferiscono maggiore complessità e struttura al vino, senza però distruggere le note identitarie del vitigno.

L'evento da non perdere

Nell’ultimo week-end di maggio si presenta un’ottima opportunità di conoscere questi ed altri vini prodotti secondo una filosofia rispettosa della natura attraverso l’evento “Natural Wines Oltrepo & Friends” in programma a Borgo Priolo (PV) nella suggestiva location del Castello di Stefanago. Due giorni dedicati ai vini naturali, artigianali, biologici e biodinamici dell’Oltrepò Pavese in cui sarà possibile degustare vini, salumi, formaggi e altri prodotti delle aziende del territorio.